Stufe Elettriche a Risparmio Energetico Come Scegliere?

Sei alla ricerca di una stufetta elettrica che riscaldi bene gli ambienti senza consumare troppo?

Le stufe elettriche a risparmio energetico sono un’ottima soluzione per tutti coloro che non hanno un adeguato impianto di riscaldamento e che vorrebbero rendere gli ambienti di casa o dell’ufficio più confortevoli con una bassa spesa.

Ma come scegliere la migliore stufa elettrica basso consumo?

In quest'articolo a cura di piccoli-elettrodomestici.com, vedremo tutte le caratteristiche che de-vono avere le stufe elettriche per funzionare bene e consumare poco.

Caratteristiche Stufe Elettriche a Basso Consumo

La stufa elettrica è uno dei metodi di riscaldamento più facile ed immediato, in quanto permette con una bassa spesa e anche con piccoli spazi a disposizione di riscaldare gli ambienti più freddi.

Ma spesso la convenienza dell’acquisto iniziale non corrisponde a un buon investimento in ter-mini di consumi di energia elettrica.

Le stufe elettriche, a meno che non siano a basso consumo, infatti, per quanto funzionino bene spesso hanno la pecca di far lievitare la bolletta elettrica!

Ma come capire quanto consuma la stufa elettrica e soprattutto come scegliere una stufa po-tente che permetta di risparmiare energia elettrica in casa?

Le stufe elettriche tradizionali sono composte da un conduttore che si surriscalda velocemente tramite la corrente elettrica, trasmettendo il calore all’ambiente per convezione o irraggia-mento.

Nei modelli a basso consumo un termostato permette di regolare la temperatura e consumare meno energia.

La potenza del motore delle stufe elettriche, regolabile tramite termostato nei modelli più acces-soriati, di solito varia da 300 fino a 2500 watt.

Per calcolare i consumi della stufa elettrica basta moltiplicare la potenza per la durata di tem-po in cui abbiamo utilizzato l’apparecchio.

Se ad esempio abbiamo regolato il termostato a 1000 watt e abbiamo lasciato la stufa accesa per 2 ore, il consumo sarà di 2000Wh, ovvero 2kWh.

Questo significa che se abbassiamo la potenza della stufa elettrica questa naturalmente consu-merà meno.

Ma come fare per riscaldare bene l’ambiente in poco tempo, mantenendo la potenza della stufa al massimo e consumando allo stesso tempo poca energia?

Le migliori stufe elettriche a basso consumo di ultima tecnologia, riescono ad abbattere i costi della bolletta elettrica mantenendo alte prestazioni.

Questo tipo di stufe elettriche dispongono di lampade migliori che, a parità di calore irradiato, consumano molto meno.

Rientrano in questa categoria le stufe elettriche alogene che hanno lampade a incandescenza a risparmio energetico e le stufe elettriche al quarzo.

Mentre la stufa elettrica alogena impiega lampade ad incandescenza, costituite da un tubo di ve-tro, un filamento metallico e gas alogeno, e riscalda l’ambiente tramite l’irraggiamento, la stufa elettrica al quarzo utilizzando appunto un bulbo in quarzo scherma l’ambiente dalle radiazioni ul-traviolette.

Le stufe elettriche al quarzo a basso consumo sono fra i migliori prodotti, appartenenti alla cate-goria, attualmente sul mercato proprio perché offrono vantaggi non solo in termini di risparmio ma anche per la salute.

Comodi e funzionali anche i termoventilatori che riscaldano gli ambienti molto rapidamente.

Uniche nel loro genere infine le stufe elettriche a infrarossi che non trasmettono il calore in modo tradizionale attraverso l’ambiente, ma che sfruttano le onde elettromagnetiche per riscaldarci, evitando la dispersione termica.

Post più Popolari

1

10 alimenti che contribuiscono a combattere la cellulite

La cellulite, nota anche come lipodistrofia ginoide è una condizione estetica che mette in...

2

Colazione proteica: cosa si mangia?

Vorresti provare i benefici della colazione proteica ma non sai cosa prepararti? In questo...

3

Come utilizzare al meglio l’impregnante per legno

Il legno è da sempre uno dei materiali preferiti per l’arredamento e il pavimento di ogni casa. Il...