Colazione proteica: cosa si mangia?

Vorresti provare i benefici della colazione proteica ma non sai cosa prepararti? In questo articolo trovi 3 menu di colazione proteica per iniziare già da domani con una marca in più per i tuoi muscoli.

Colazione proteica cosa si mangia?

La colazione è il pasto più importante della nostra dieta alimentare; lo è per svariati motivi ma due più di altri: prima di tutto deve fornire energia adeguata ad affrontare la giornata, in secondo luogo è il momento migliore per assimilare proteine e omega 3, sostanze che giovano al nostro benessere.

Nella nostra colazione tendiamo, più che in altri momenti del giorno, ad inserire alimenti contenenti zucchero, pensando forse che essi ci forniscano più energia e che siano indispensabili per sentirci carichi.

Ma non è così: infatti un ridotto apporto glucidico, favorisce un migliore assorbimento sia dei grassi che delle proteine e fa sì che il nostro organismo li trasformi nell’energia che ci serve.

Ecco allora alcune indicazioni per un primo pasto giornaliero in grado di soddisfare il palato, di tenerci in forma e di darci l’energia migliore per la salute del nostro corpo e della nostra mente.

Colazione proteica menu 1: i fiocchi d’avena per una colazione tradizionale

Lo shake proteico è invece una soluzione per chi non vuole dedicare troppo tempo alla colazione, ma vuole essere certo di partire con il piede giusto. Ideale per chi corre sempre, in tutti sensi, poiché è altamente digeribile e ottimale per il recupero e la costruzione muscolare degli atleti.

Gli shake proteici sono concentrati di proteine che sciolti nell’acqua o nel latte diverranno una vera e propria bevanda piacevole e dal buon sapore. Se ne trovano infatti di ogni gusto: al cioccato, alla vaniglia oppure alla fragola per esempio. Con circa venti grammi di polvere per shake, si assume la quantità ideale di proteine con un basso apporto calorico.

Scopri maggiori informatico sugli shake proteici su Depurarsi.com

Il preparato proteico più noto è quello derivante dal siero del latte: è una buona fonte di leucina e ha un ridotto contenuto di lattosio.
Questa è una soluzione pratica e, negli ultimi anni, particolarmente in voga tra coloro che praticano sport e fitness.

Se si preferisce, le proteine possono essere sciolte anche nel latte di cocco o nel latte di mandorla. Allo shake proteico è consigliabile affiancare un po’ di frutta di stagione e la frutta secca come mandorle o noci.

Colazione proteica menu 2: le uova per chi ama il gusto salato

Questa seconda proposta ha come elemento fondamentale della colazione l’uovo. L’apporto proteico delle uova è infatti perfetto. È un alimento che non contiene zuccheri ma che ci darà la carica ottimale.

Due uova forniranno al corpo, proteine, magnesio e fosforo, senza alcun carboidrato o zucchero.

Alle uova, si potranno aggiungere una fetta di pane integrale o di segale, anch’essi con basso contenuto di carboidrati. Non facciamoci mancare neanche in questo caso la frutta fresca e le mandorle per un'alimentazione più equilibrata non solo a colazione.

Post più Popolari

1

10 alimenti che contribuiscono a combattere la cellulite

La cellulite, nota anche come lipodistrofia ginoide è una condizione estetica che mette in...

2

Aperitivo a Milano Marittima, una scelta differente

Milano Marittima è una località di villeggiatura estiva che tutti conoscono, ma dove si può andare a fare...

3

Colazione proteica: cosa si mangia?

Vorresti provare i benefici della colazione proteica ma non sai cosa prepararti? In questo...